Il Piano Strategico del Turismo

Il Piano Strategico del Turismo, elaborato dal Direttore Generale della Programmazione e delle Politiche per il turismo del MiTur, in raccordo con il Comitato Permanente di Promozione del Turismo e coinvolgendo le associazioni di categorie e gli esperti di settore, è un documento programmatico di indirizzo strategico sul turismo in Italia nell’ambito di una visione organica, coerente e unitaria, rispondendo all’esigenza di porre il settore turistico al centro delle politiche di sviluppo del Paese. Il PST è uno strumento politico-programmatico semplice, chiaro e dinamico per favorire l’innovazione, l’integrazione e la competitività.

Il PST ha un orizzonte temporale di sei anni (2017-2022) e propone un “sistema organizzato” in 13 obiettivi specifici e 52 linee di intervento, in una strategia che persegue quattro principi-finalità generali:

Le strategie, gli obiettivi e gli interventi sono stati tracciati e proposti nel rispetto di quattro principi fondamentali e trasversali: SostenibilitàInnovazione, AccoglienzaAccessibilità. 

L’obiettivo è di rilanciare il comparto turistico nazionale nell’ambito di un progetto integrato di sviluppo sostenibile e sostenere la leadership dell’Italia sul mercato turistico internazionale. Il PST è anche uno strumento di policy, per la costruzione di una cittadinanza improntata alla qualità della vita e al benessere economico e civile.

Il Piano Strategico del Turismo nasce da un inedito processo di partecipazione e condivisione, avviato con gli Stati Generali del Turismo nell’ottobre 2015 e conclusosi a Pietrarsa nell’aprile 2016, e costruito con l’utilizzo di strumenti digitali: piattaforma on line, un sito web dedicato e canali social, un metodo che dota il mondo del turismo di una visione organica.