Direzione Generale della Programmazione e delle Politiche per il turismo

La Direzione Generale della Programmazione e delle Politiche per il turismo svolge le seguenti funzioni:

a) concorre all’elaborazione dei piani di sviluppo e integrazione delle politiche turistiche nazionali e del sistema recettivo, nonché di quelle europee e internazionali e ne cura l’attuazione;

b) definisce, in raccordo con il Segretario generale, e attua le strategie per la promozione e il rilancio della competitività del settore turistico e recettivo dell’Italia;

c) cura, fermo restando il coordinamento del Segretario Generale, le attività di rilievo internazionale concernenti il settore del turismo recettivo e delle fiere e la partecipazione alle organizzazioni internazionali e alle istituzioni europee;

d) svolge, nelle materie di competenza, la verifica degli interventi per lo sviluppo dei territori e per la coesione economica e sociale;

e) cura i rapporti con le Regioni e gli Enti territoriali nell’ambito del coordinamento e dell’integrazione dei programmi operativi internazionali, nazionali e di quelli locali;

f) cura, nelle materie di competenza, in raccordo con la Direzione Generale della Valorizzazione e della Promozione turistica, le attività del Ministero in materia di piani di carattere generale o straordinario, anche di interesse sovranazionale;

g) cura l’elaborazione del Piano Strategico di Sviluppo per il turismo;

h) cura, in raccordo con la Direzione Generale della Valorizzazione e della Promozione turistica, le proposte di regolazione delle imprese turistiche e di interazione con il sistema delle autonomie locali e delle realtà imprenditoriali;

i) predispone gli atti necessari al monitoraggio dell’applicazione e alla revisione periodica degli standard minimi e uniformi su tutto il territorio nazionale dei servizi e delle dotazioni per la classificazione delle strutture ricettive e delle imprese turistiche, tenendo conto delle specifiche esigenze connesse alle capacità ricettiva e di fruizione dei contesti territoriali, e dei sistemi di classificazione alberghiera adottati a livello europeo ed internazionale;

l) convoca, in qualità di amministrazione procedente, d’intesa con la Direzione Generale della Valorizzazione e della Promozione turistica, apposite Conferenze di servizi ai sensi degli articoli 14 e seguenti della legge 7 agosto 1990, n. 241, al fine di promuovere la realizzazione di circuiti nazionali di eccellenza a sostegno dell’offerta turistica e del Sistema Italia e accelerare il rilascio da parte delle Amministrazioni competenti dei relativi permessi, nulla osta, autorizzazioni, licenze e atti di assenso comunque denominati;

m) amministra e gestisce, in raccordo con la Direzione Generale della Valorizzazione e della Promozione turistica, le banche dati per l’assistenza e la catalogazione delle imprese di viaggio e turismo, nonché la banca dati di cui all’articolo 13 quater, comma 4, del decreto-legge del 30 aprile 2019, n. 34, convertito con modificazioni nella legge del 28 giugno 2019, n. 58;

n) elabora direttive e circolari esplicative nelle materie di competenza della stessa Direzione Generale;

o) fornisce gli elementi ai fini della elaborazione di atti normativi e della risposta agli atti parlamentari di indirizzo, controllo e sindacato ispettivo;

p) comunica le informazioni di competenza alla Direzione Generale della Valorizzazione e della Promozione turistica, che cura la gestione del sito Internet;

q) gestisce gli elementi di competenza per la trattazione del contenzioso amministrativo e giurisdizionale;

r) supporta le attività del Comitato Permanente di Promozione del Turismo in Italia, che ha sede e opera presso la medesima Direzione Generale.


Direttore Generale: Dott. Francesco Felici

E-mail: dg2.programmazionestrategica@ministeroturismo.gov.it

PEC:

Tel: 06.4921 0337/0314

La Direzione Generale della Programmazione e delle Politiche per il turismo si articola in quattro Uffici dirigenziali di livello non generale

Ufficio I – Organizzazione e gestione amministrativo-contabile delle politiche per il settore turistico

Cura le attività amministrative connesse al riconoscimento delle agevolazioni fiscali nel settore di competenza della Direzione generale e le conseguenti attività di verifica e controllo. Convoca, in qualità di amministrazione procedente, d’intesa con la Direzione generale della valorizzazione e della promozione turistica, le conferenze di servizi ai sensi degli articoli 14 e seguenti della legge 7 agosto 1990, n. 241, al fine di promuovere la realizzazione di circuiti nazionali di eccellenza a sostegno dell’offerta turistica e del sistema Italia e accelerare il rilascio da parte delle amministrazioni competenti dei relativi permessi, nulla osta, autorizzazioni, licenze e atti di assenso comunque denominati. Cura le proposte di regolazione delle imprese turistiche e di interazione con il sistema delle autonomie locali e delle realtà imprenditoriali. Fornisce gli elementi ai fini della elaborazione di atti normativi e della risposta agli atti parlamentari di indirizzo, controllo e sindacato ispettivo. Gestisce gli elementi di competenza per la trattazione del contenzioso amministrativo e giurisdizionale e cura la gestione amministrativa e del personale della Direzione. Supporta la Direzione nella definizione degli Accordi di Programma e nel monitoraggio dell’attuazione del Piano Nazionale di Rilancio e Resilienza (PNRR) collaborando con la Divisione II e III.


Dirigente:

E-mail:

PEC:

Tel:

Ufficio II – Programmazione della strategia per il settore turistico nazionale

Definisce la programmazione nazionale del turismo in coerenza con gli impegni comunitari previsti dal Semestre Europeo e dal Piano Nazionale di Rilancio e Resilienza (PNRR), per il periodo di applicazione dello stesso, curandone i relativi adempimenti per il Ministero. Definisce le misure di supporto e incentivo per il sistema recettivo, fieristico e congressuale. Provvede alla programmazione degli interventi finanziati a valere sui fondi nazionali garantendone la coerenza e la sinergia con la programmazione dei fondi comunitari e internazionali. Cura in linea con i principi strategici condivisi con il Direttore, l’elaborazione del Piano Strategico di Sviluppo per il Turismo anche avvalendosi del Comitato permanente di promozione del turismo in Italia, che ha sede e opera presso la medesima Direzione generale. Svolge attività di studio, analisi, modellistica econometrica ed elaborazione di statistiche sul turismo. Amministra e gestisce, in raccordo con la Direzione generale della valorizzazione e della promozione turistica, le banche dati per l’assistenza e la catalogazione delle imprese di viaggio e turismo nonché la banca dati di cui all’articolo 13-quater, comma 4, del decreto-legge 30 aprile 2019, n.4 convertito con modificazioni dalla legge 28 giugno 2019, n.58 curando la pubblicazione dei relativi dati sul sito internet del Ministero.


Dirigente:

E-mail:

PEC:

Tel:

Ufficio III – Coordinamento e attuazione delle politiche e della strategia del settore turistico

Assicura l’attuazione e il monitoraggio degli interventi finanziati con il sostegno sia di fondi nazionali sia con riferimento a programmi cofinanziati dall’Unione europea a favore del settore turistico, fieristico e congressuale. Fornisce alle strutture competenti tutti gli elementi necessari al monitoraggio dell’avanzamento dei progetti e del raggiungimento degli obiettivi del PNRR e degli altri programmi di spesa. Verifica l’attuazione degli interventi per lo sviluppo dei territori e per la coesione economica e sociale e cura i rapporti con le Regioni e gli Enti territoriali nell’ambito del coordinamento e integrazione dei programmi operativi internazionali, nazionali e di quelli locali. Elabora le proposte di regolazione delle imprese turistiche e di interazione con il sistema delle autonomie locali e delle realtà imprenditoriali.


Dirigente:

E-mail:

PEC:

Tel:

Ufficio IV – Programmazione della strategia del settore turistico internazionale

In coordinamento con la Divisione II, cura le attività di rilievo internazionale concernenti il settore del turismo ricettivo, delle fiere, dei congressi e assicura la rappresentanza del Ministero nelle organizzazioni internazionali e nelle istituzioni europee. Concorre all’elaborazione dei piani di sviluppo e integrazione delle politiche turistiche nazionali e del sistema ricettivo, nonché di quelle europee e internazionali e ne supervisiona l’attuazione. Cura, nelle materie di competenza, in raccordo con la Direzione generale della valorizzazione e della promozione turistica, le attività del Ministero in materia di piani di carattere generale o straordinario, anche id interesse sovranazionale. Predispone gli atti necessari al monitoraggio dell’applicazione e alla revisione periodica degli standard minimi e uniformi su tutto il territorio nazionale dei servizi e delle dotazioni per la classificazione delle strutture ricettive e delle imprese turistiche, ivi comprese quelle agrituristiche, tenendo conte delle specifiche esigenze connesse alle capacità ricettiva e di fruizione dei contesti territoriali, e dei sistemi di classificazione alberghiera adottati a livello europeo ed internazionale. Definisce le linee programmatiche, secondo gli indirizzi del Ministro e del Segretario generale, delle risorse attribuite dal Dicastero alla gestione dei Fondi per il turismo.


Dirigente:

E-mail:

PEC:

Tel: