G20 a Presidenza Italiana: 4 maggio 2021, Vertice Ministeriale sul Turismo

04/05/2021

Sarà approvato il documento finale sulla base delle Linee guida elaborate dal Gruppo di Lavoro sul Turismo in collaborazione con l’OCSE su sette temi all’ordine del giorno per un futuro del turismo resiliente, sostenibile e inclusivo

Si svolge questa mattina, 4 maggio 2021, in ambiente digitale, la Riunione Ministeriale dedicata al Turismo del G20, il forum mondiale dei Paesi economicamente più sviluppati.

I temi in agenda sono riassunti nel trinomio programmatico della Presidenza italiana 2021: “Persone, Pianeta e Prosperità” nella prospettiva post-pandemica, per il superamento degli effetti negativi dell’emergenza sanitaria sotto il profilo economico e sociale e la messa a punto di politiche a breve, medio e lungo termine, per il ritorno alla “normalità” della vita civile e per il rilancio nell’ottica di una crescita forte, sostenibile e inclusiva, con un’attenzione particolare ai soggetti più deboli.

Il comparto turistico è, infatti, tra i più colpiti dall’emergenza sanitaria, con una riduzione degli arrivi internazionali di quasi i due terzi a livello globale e oltre 60milioni di posti di lavoro persi.

In collaborazione con l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), il Gruppo di Lavoro sul Turismo del G20 (TWG – Tourism Working Group) ha elaborato le Linee Guida per il futuro del turismo, resiliente, sostenibile e inclusivo, su sette aree di intervento prioritarioMobilità SicuraGestione delle CrisiResilienzaInclusioneTrasformazione VerdeTransizione DigitaleInvestimenti e Infrastrutture. Il documento finale, che raccoglie anche gli esiti delle precedenti riunioni Gruppo di Lavoro sul Turismo del G20 (20 ottobre 2020, 4-5 marzo e 29 aprile 2021) sarà approvato nel corso del Vertice di oggi, 4 maggio 2021.

Il G20 si impegnerà a sostenere, integrare e coordinare le principali iniziative internazionali da avviare o già in fase di sviluppo per ripristinare la fiducia negli spostamenti e per sostenere l’economia del settore turistico quale volano del cambiamento in generale attraverso una mobilità sicura, migliorando la connettività e la sicurezza e potenziando i servizi digitali, anche con il ricorso al Green Digital Certificate dell’Unione Europea.

Tra le priorità del G20 anche la gestione della crisi pandemica mettendo a punto politiche di prevenzione da crisi future che possano essere causate da emergenze naturali e/ sanitarie e/o economiche e/o sociali. Infatti, la pandemia da COVID-19 (Coronavirus) ha provocato la più grave crisi planetaria dell’economia e del settore turistico, globali e locali. Secondo i dati del World Travel and Tourism Council, il comparto turistico, che aveva contribuito a creare occupazione per il 25 percento nel quinquennio 2014-2019, ha visto diminuire il suo apporto al PIL mondiale di circa la metà nel 2020. L’azione e il coordinamento internazionali, anche attraverso la condivisione di procedure standardizzate e di campagne di comunicazione, sono, dunque, cruciali.

La resilienza significa elaborare politiche che assicurino un settore turistico solido e stabile in tempi certi e con una crescita costante, in un contesto più ampio di pianificazione economica, sia a livello regionale locale sia su dimensione internazionale, e altresì diversificando il mercato attraverso nuove forme di turismo.

Tra gli obiettivi dell’intervento coordinato dei Paesi del G20 per il comparto turistico, il benessere delle comunità territoriale e l’inclusività costituiscono una priorità, che comprende il sostegno all’occupazione giovanile e femminile e il supporto a iniziative di sviluppo sostenibile.

La trasformazione verde dell’industria del turismo e la necessità di orientare l’evoluzione del turismo per il miglioramento generale della qualità della vita dei cittadini e delle comunità nei territori e per sostenere gli ambienti globali e locali, in un rapporto equilibrato con la natura, sono, quindi, scelte politiche strategiche e ineludibili.

Nella logica dello sviluppo sostenibile, strategica e ineludibile è anche la transizione digitale, per offrire pari opportunità a tutti i soggetti coinvolti nei progetti, nelle attività e nei processi del comparto turistico, e altresì per offrire ai turisti nuove forme di viaggio e di visita e modalità innovative di conoscenza e di esperienza dei luoghi e dei loro abitanti.

I Paesi del G20 sono, dunque, impegnati a concentrare le risorse in investimenti e infrastrutture per una economia del turismo del futuro più forte, sostenibile e inclusiva.

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi introduce la Conferenza Stampa con il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia, fissata alle ore 16.15.

Qui il link al Media Handbook della Riunione Ministeriale sul Turismo del 4 maggio 2021.

Il pdf del Media Handbook è pubblicato nella sezione MODULISTICA qui accanto.

Di: (eb)